Nelle terre selvagge – Gary Paulsen

-1“Nelle terre selvagge” di Gary Paulsen è uno dei migliori libri di avventura che io abbia mai letto. Ma siamo sicuri che sia solo di avventura e che non sia un romanzo di formazione?

Il protagonista è Bryan, figlio di una coppia separata. Mentre sta volando in Canada per passare alcuni mesi con il padre, il pilota del biplano su cui viaggia viene colpito da un infarto. L’aereo devia dalla rotta originale, precipita e Bryan si ritrova sperduto in una foresta, senza nulla per sopravvivere, tranne un’accetta regalatagli da sua madre.

Pian piano Bryan si trasforma in un “nuovo Bryan” molto meno istintivo, più riflessivo e consapevole di quanto quel “poco” che possiede – dai lacci delle scarpe alle bacche trovate nel bosco- si in effetti prezioso.

Il libro è scritto in modo semplice e  scorrevole ma allo stesso tempo intenso. Anche se la chiusura del romanzo è abbastanza scontata il libro lascia il lettore con il fiato sospeso e lo accompagna in riflessioni profonde.

Avete mai perso la rotta? Vi siete mai avventurati in terre selvagge?

Nico.

Annunci